Msc, valore medio delle crociere in impennata

Msc Crociere si appresta ad archiviare un’estate con il vento in poppa, che secondo il country manager Italia, Leonardo Massa, dovrebbe chiudersi con un incremento di passeggeri intorno al 5% e del valore medio pratica quasi del 10%. «Si tratta di dati ancora provvisori – specifica Massa – che tuttavia confermano l’efficacia delle scelte operate, con l’aumento delle destinazioni e il lavoro di costante collaborazione con il trade.

Il grande protagonista dell’estate 2016 è stato il Nord Europa, ma in generale tutte le destinazioni hanno ottenuto risultati soddisfacenti, amplificati dalla tendenza alle prenotazioni anticipate».  Per Msc è già tempo di pensare alla stagione invernale, con un rinnovato impegno su Cuba che prevede il raddoppio dell’offerta con partenze ogni sabato e martedì e 900 posti volo a settimana. Grande attenzione anche agli Emirati, dove verrà posizionata Msc Fantasia, con un incremento del 30% della capacità offerta e nuovi itinerari che comprenderanno anche Qatar e Bahrein.

A questo si aggiungono la riconferma dell’operativo da Miami con Divina e sulle Antille francesi con Poesia e le crociere nel Mediterraneo d’inverno. «In relazione al piano industriale del valore di circa 9 miliardi di euro che entro dieci anni porterà all’ingresso in flotta di 11 nuove navi, vorrei sottolineare che l’estate 2017 segnerà non solo l’ingresso in flotta di Meraviglia da giugno, ma anche un rinnovato impegno sull’area caraibica e la probabile introduzione di nuovi home port». Riconfermati inoltre gli investimenti in tecnologia e nel trade, con l’avvio di un ciclo di roadshow che da metà ottobre a metà novembre porteranno a bordo della navi della flotta circa 2 mila agenti di viaggio.

Fonte travelquotidiano.com