Fespit: “Nel Bsp si può crescere”

Cresce il fatturato legato alla biglietteria aerea, +30%. A concorrere alla performance le tariffe competitive, anche sui voli nazionali.

“Nel Bsp si può crescere, se lavori bene”. Parola di Claudio Cristofaro, a.d. di Fespit. Una affermazione avvalorata dai numeri, visto il +30% costante di fatturato Bsp del network da gennaio ad oggi, “in controtendenza con il calo del Bsp Italia”, commenta il manager. Il risultato va ricondotto alle performance di Simple Crs, la piattaforma che ha “1.500 utilizzatori giornalieri (in pratica quanti fanno un biglietto tutti i giorni, ndr) e 700 biglietti emessi al giorno”, in particolare alla disponibilità del network in termini di “tariffe speciali che i passeggeri non trovano sul web. Crescono le tariffe competitive, anche sui voli nazionali, sulle tratte Nord, Sud, solitamente considerato un business disintermediato.

Il risultato del +30% è a rischio zero – sottolinea il manager -, in quanto i pagamenti su Simple Crs sono effettuati solo con carta di credito”. In termini di previsioni, secondo Cristofaro “l’anno si chiuderà a un +30% di fatturato”.

Fonte Guida Viaggi